Le tenute - Tenute Rubino
11
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-11,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,qode_popup_menu_push_text_top,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-1.0,qode-theme-tenuterubino,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

LE TENUTE

Quattro tenute che dalla dorsale adriatica si estendono fino all’entroterra brindisino. Un continente in miniatura: da uno stesso vitigno impiantato in località diverse vengono generati vini con caratteristiche profondamente differenti.

JADDICO

La vicinanza al mare e la costante ventilazione rendono la tenuta di Jaddico la più rappresentativa della famiglia Rubino.
Il Negroamaro, la Malvasia nera, la Malvasia bianca, il Primitivo e il Susumaniello rendono Jaddico terroir d’eccellenza enologica.
La tenuta Jaddico, insieme alla vicina Marmorelle, era parte integrante di un antico fundus romano. Scavi archeologici hanno riportato alla luce l’antica casa padronale
e le fornaci in cui Visellio, l’antico proprietario della tenuta, cuoceva le anfore vinarie.
Già in epoca romana infatti, Jaddico era sede di un meraviglioso vigneto e un importante centro produttivo per contenitori di vino, poi ritrovati in tutto il bacino del Mediterraneo.