press

AL SUMARÉ DI TENUTE RUBINO LA CORONA DELLA GUIDA VINIBUONI D’ITALIA 2015

04.08.2014

Il metodo classico dell’azienda brindisina si aggiudica il prestigioso riconoscimento della guida del Touring Club nella sezione “Perlage Italia”

Brindisi, 1 Agosto 2015. Non poteva esserci migliore esordio per il Metodo classico di Tenute Rubino, l’azienda brindisina che sulla valorizzazione dei vitigni autoctoni sta realizzando un percorso innovativo e di successo. La Guida Vinibuoni d’Italia, edita dal Touring Club, l’unica guida dedicata ai vini prodotti con i vitigni autoctoni del Belpaese, ha infatti assegnato la Corona, il massimo riconoscimento attribuito ai vini d’eccellenza, al primo millesimo del Sumaré di Tenute Rubino nella sezione “Perlage Italia” dedicata ai vini spumanti Metodo Classico, che da cinque edizioni arricchisce le pagine della Guida edita in Italia da 13 anni.

Questo riconoscimento arriva a conferma del valore enologico raggiunto dal Salento anche nella produzione dei vini spumante e che trova nel Progetto Susumaniello di Tenute Rubino, una coerente espressione. Non dimentichiamo che oltre al Sumaré – l’azienda di Luigi Rubino con il Susumaniello produce altre due grandi bottiglie d’eccellenza enologica, il Torre Testa, pluridecorato Susumaniello in purezza e, l’esuberante e fresco Oltremé che sta aprendo a questo vitigno un percorso di vero successo. Il Susumaniello è infatti una varietà pregiata, diffusa soprattutto nell’areale brindisino, ricca di zuccheri e di antociani e con un calibrato tenore di acidità totale. La maturazione di questa varietà, generalmente è più tardiva ma cambiando le epoca di raccolta, il Susumaniello dimostra la sua grande versatilità: i grappoli più precoci, raccolti nella prima decade di settembre, sono destinati alla produzioni di grandi metodo classico come il Sumarè, mentre con un appassimento controllato di 2/3 settimane nascono grandi vini di invecchiamento come il Torre Testa dove complessità ed eleganza trovano una sintesi quasi perfetta. Da una vinificazione più breve nascono vini di pronta beva dai piacevoli richiami fruttati come l’Oltremé. Tenute Rubino, custodisce i vigneti di Susumaniello nella Tenuta di Jaddico, lungo la dorsale adriatica, a 8 chilometri a nord di Brindisi.

“Questo riconoscimento – spiega Luigi Rubino, titolare dell’azienda – da forza al nostro progetto dedicato al metodo classico da Uve di Susumaniello. Abbiamo dimostrato che, con pazienza e sperimentazione, anche nel Salento possono nascere vini moderni e seducenti che non tradiscono il passato di una viticoltura che ha costruito la sua grandezza sui vitigni autoctoni e Il Susumaniello, in questo senso, ne è l’esempio più valido”.

Il primo millesimo del Sumarè è nato da una permanenza su lieviti autoctoni per 12 mesi. Le sue caratteristiche principali sono la vibrante acidità e la grande complessità aromatica che si esprimono nel calice con un patrimonio olfattivo di grande finezza ed eleganza.

L’Ufficio Stampa

Gran Via – Società & Comunicazione srl

via Giotto, 92 – 90145 Palermo

www.granviasc.it – info@granviasc.it

No Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.